parcomurgia

San Vito

san-vito

Menù> Da visitare

Jazzo Gattini (centro visite)
Visitare Parco Murgia Materana
Masseria Radogna (centro visite)
Il villaggio neolitico
San Falcione
San Vito
Sant’Agnese
Madonna delle Tre Porte
Madonna delle Croci
San Nicola all’Appia
Visitare Matera

SAN VITO
In posizione panoramica sui sassi e sulla gravina la cripta ha due presbiteri preceduti da un’ aula unica, come San Falcione.
L’ambiente di destra, più lungo rispetto a quello di sinistra ha la parete di fondo arricchita da tre nicchie absidali con affreschi resi molto poco leggibili da organismi vegetali: a sinistra è ritratto un monaco, al centro un vescovo ed a destra la data 1651 iscritta e dipinto San Rocco che mostra una ferita sulla gamba. Altre due nicchie sono simmetricamente scavate sulle pareti laterali. Dietro l’altare, staccato dalla parete, si nasconde una tomba e sul soffitto una cupoletta a cerchi concentrici.

Nelle vicinanze della chiesa troviamo a sinistra una cisterna con una singolare copertura a cupola ricavata nel banco tufaceo superiore. Proprio questa cisterna fu scelta nel 1964 sul set del “Vangelo secondo Matteo” da Pier Paolo Pasolini per ambientarci il sepolcro di Gesù.